Ora l’impatto del Coronavirus sul fashion italiano ha una misura. Nel primo trimestre del 2020 lo tsunami CRV è costato alle aziende del settore una perdita media del 36,2% del fatturato su base annua. Se non bastasse, il comparto ha visto nello stesso periodo gli ordinativi arretrare del 40,5%. L’indagine elaborata dal Centro Studi di Confindustria Moda fotografa un settore messo in difficoltà dalla pandemia, dove il 90% delle aziende a campione prevede il ricorso agli ammortizzatori sociali. Nel 72% dei casi, coinvolgendo oltre l’80% degli addetti.